Bollette della Luce Salate?

Bolletta Luce

Nonostante prestiamo attenzione ai consumi, molto spesso ci arrivano da pagare bollette troppo care a causa di imposte ed accise.

Le accise presenti nella bolletta della luce dipendono dalla quantità di consumo espressa in kWh, mentre l’imposta si riferisce all’Iva che si paga sul valore economico del servizio con un’aliquota del 10% per le utenze domestiche.

Ma se le accise sono un costo oneroso sulle bollette é l’Iva che viene calcolata anche sul costo delle accise ad essere gravosa in quanto è una tassa sulla tassa.

Presto peró le cose potrebbero cambiare dopo la sentenza della Commissione tributaria provinciale di Varese, n. 504 del 12 dicembre 2019, che ha stabilito che dalla bolletta va sottratta l’Iva perché sulla base imponibile si pagano già le tasse, i cosiddetti oneri generali di sistema, questi ultimi hanno già una natura tributaria e pertanto non possono far parte della base imponibile su cui si paga l’Iva. 

Gli oneri di sistema vengono infatti utilizzati per finanziare le politiche dello stato come ad esempio le fonti di energia rinnovabili, quindi, sono dei tributi a tutti gli effetti, che i cittadini pagano per interessi a beneficio della collettività

Per altri costi addebitati in bolletta, come il trasporto dell’energia, tramite la rete elettrica, o per la gestione del contatore, l’applicazione dell’Iva è legittima.

In attesa della decisione della Cassazione, gli esperti invitano a mettere in mora le società elettriche inviando una raccomandata A/R con la richiesta di rimborso dell’Iva non dovuta, in modo da bloccare la prescrizione, che dall’inizio dell’anno si è ridotta da 5 a 2 anni.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile. Se desideri maggiori informazioni su questo argomento non esitare a contattarci, puoi farlo telefonando al numero: 02 4971 4358, scrivendo a info@ivstudio.it o inviandoci un messaggio dalla nostra pagina facebook.

Seguici su Facebook per leggere altri articoli, basta cliccare qui!


Menu