Bonus Vacanze 2020

Bonus Vacanze 2020

Una delle misure messe in campo dal governo con il Decreto Rilancio.

L’idea è quella di dare una mano a uno dei settori più toccati dalla crisi del coronavirus: il turismo.

La misura prevede un contributo fino a 500 € per le spese sostenute per soggiorni in ambito nazionale in alberghi, campeggi, villaggi, B&B e agriturismi.

Vediamo quali requisiti bisogna avere per poterne usufruire.

Soltanto un componente del nucleo familiare può essere beneficiario del bonus. 

Il reddito ISEE non deve superare i 40.000 euro.

L’importo del bonus é modulato in base al numero dei componenti del nucleo familiare:

  • 500 € per le famiglie composte da 3 o piú persone:
  • 300 € per le famiglie composte da 2 persone;
  • 150 €  per le famiglie composte da 1 persona.

Il credito d’imposta potrà essere usato dal 1° luglio al 31 dicembre 2020.

Il bonus è utilizzabile all’80% come sconto per il pagamento dai servizi prestati dal fornitore, mentre il 20% come detrazione dall’avente diritto.

Le spese devono essere sostenute in un’unica soluzione in relazione ai servizi resi da una singola impresa turistico ricettiva, da un singolo agriturismo o da un singolo B&B.

Il totale del corrispettivo deve essere documentato da fattura elettronica o documento commerciale in cui viene indicato il codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito.

Il pagamento del servizio deve avvenire senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile. Se desideri maggiori informazioni su questo argomento non esitare a contattarci, puoi farlo telefonando al numero: 02 4971 4358, scrivendo a info@ivstudio.it o inviandoci un messaggio dalla nostra pagina facebook.

Seguici su Facebook per leggere altri articoli, basta cliccare qui!


Menu