Pensioni di Invalidità Civile 2020

Pensioni-di-invaliditá-civile-2020

Con l’approvazione della legge di conversione del Decreto Rilancio, per il quale è stata posta la fiducia anche al Senato, diventa effettivo l’aumento delle pensioni di invalidità.

Dal 1° agosto scatta l’aumento dell’assegno per gli inabili al lavoro, pertanto a favore di coloro ai quali è stata riconosciuta un’invalidità pari al 100% la pensione di invalidità passa da 286,81 euro a 516 euro.

Nel dettaglio, l’emendamento che va ad applicare quanto stabilito dalla sentenza della Corte Costituzionale in materia di trattamenti di invalidità civile stabilisce che:

Nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali è istituito un fondo, con una dotazione iniziale pari a 46 milioni di euro per l’anno 2020, destinato a concorrere a ottemperare alla sentenza della Corte costituzionale, pronunciata nella camera di consiglio del 23 giugno 2020, in materia di riconoscimento dei benefici di cui all’articolo 38 della legge 28 dicembre 2001, n.448, in favore degli invalidi civili totali, indipendentemente dal requisito dell’età pari o superiore a sessanta anni previsto dal comma 4 del medesimo articolo 38. Agli oneri derivanti dal comma 1 del presente articolo, pari a 46 milioni di euro per l’anno 2020, si provvede ai sensi dell’articolo 265.

A chi spetta

Non tutti i percettori di assegni di invalidità civile potranno fruire dell’aumento, spetterà solo agli invalidi civili totali con una percentuale del 100%, ovvero che non sono in grado di svolgere un’attività lavorativa e dunque procurarsi le risorse economiche per poter vivere.

Attualmente l’importo dell’assegno riconosciuto agli invalidi civili al 100% è di 286,81 euro. 

Requisito per percepire la pensione di invalidità è che tali soggetti possiedano un reddito personale che non sia superiore a 16.982,49 euro.

A seguito dell’emendamento al DL Rilancio si introduce per tutto il 2020 quasi un raddoppio della cifra poiché l’assegno arriverà a 516,46 euro annui. 

L’aumento stabilito riguarderà comunque solo coloro che abbiano un reddito annuo che non sia superiore a 6713,98 euro.

A favore di chi supera tale soglia di reddito si prevede comunque un assegno di invalidità pari a 286 euro.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile. Se desideri maggiori informazioni su questo argomento non esitare a contattarci, puoi farlo telefonando al numero: 02 4971 4358, scrivendo a info@ivstudio.it o inviandoci un messaggio dalla nostra pagina facebook.

Seguici su Facebook per leggere altri articoli, basta cliccare qui!

Menu