Pin Inps addio arriva lo Spid

Pin INPS e SPID

Dal 1° ottobre inizia la fase transitoria per il passaggio dal Pin all’Identità Spid, il sistema pubblico di identità digitale.

L’INPS con la Circolare n. 87 del 17 luglio 2020 comunica il passaggio dal PIN Inps al Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) a partire dal prossimo 1° ottobre 2020. 

L’istituto di previdenza ha chiarito che a partire dal prossimo primo ottobre 2020 non saranno rilasciati nuovi PIN agli utenti, salvo quelli richiesti da utenti che non possono avere accesso alle credenziali SPID e per i soli servizi loro dedicati.

I Pin già in possesso degli utenti conserveranno la loro validità e potranno essere rinnovati alla naturale scadenza fino alla conclusione della fase transitoria.

La data di effettiva cessazione definitiva di validità dei PIN rilasciati dall’Inps sarà decisa in seguito, in base a come proseguirà la transizione.

 Il PIN dispositivo sarà mantenuto per gli utenti che non possono avere accesso alle credenziali SPID, come ad esempio i minori di diciotto anni o i soggetti extracomunitari, e per i soli servizi loro dedicati.

Il passaggio all’identità digitale SPID è frutto delle politiche nazionali di digitalizzazione ed anche in virtù delle volontà di semplificare il rapporto tra cittadino e pubblica Amministrazione.

Lo SPID è un sistema pubblico di identità digitale, che garantisce l’accesso a tutta una serie di servizi offerti dalla Pubblica amministrazione, perché si basa su un riconoscimento dell’identità della persona che lo ottiene.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile. Se desideri maggiori informazioni su questo argomento non esitare a contattarci, puoi farlo telefonando al numero: 02 4971 4358, scrivendo a info@ivstudio.it o inviandoci un messaggio dalla nostra pagina facebook.

Seguici su Facebook per leggere altri articoli, basta cliccare qui!

Menu