Reddito di Emergenza

Reddito di Emergenza

Il Reddito di emergenza è online, attivo sul sito dell’INPS il servizio per fare domanda.

Il nuovo sussidio REM (Reddito di Emergenza), é stato introdotto dall’articolo 82 del Decreto Rilancio e verrà concesso solamente a quelle famiglie o single il cui ISEE sia inferiore ai 15 mila euro.

La procedura per inoltrare la richiesta scade a fine giugno.

Il sussidio ai nuclei familiari che si trovano in condizioni di necessità economica in conseguenza dell’emergenza COVID-19 viene erogato dall’INPS in due rate da 400 euro fino a un massimo di 800 euro a seconda del nucleo familiare. 

È possibile arrivare a 840 euro solo nel caso in cui la famiglia comprenda persone affette da disabilità grave o comunque non autosufficienti. 

Chi può richiedere il Reddito di Emergenza

Per avere diritto al sussidio è necessario soddisfare quattro requisiti;

  • Residenza in Italia (la verifica riguarda la persona che inoltra la richiesta).
  • Isee inferiore a 15mila euro.
  • Reddito familiare ad aprile 2020 inferiore all’importo del Rem.
  • Patrimonio mobiliare non superiore a 10mila euro nel 2019. Il tetto sale di 5mila euro per ogni componente della famiglia successivo al primo, fino a un massimo di 20mila euro. Solo se all’interno del nucleo è presente un soggetto disabile grave o non autosufficiente (secondo i criteri Isee) il limite viene innalzato a 25mila euro.

Le incompatibilitá

Anche se soddisfi i requisiti sopra citati non hai diritto al REM se:

  • Percepisce il reddito di cittadinanza;
  • Ha percepito un altro sussidio previsto dal Decreto Cura Italia, come il Bonus autonomi da 600 euro;
  • E’ pensionato;
  • E’ detenuto o ricoverato in strutture a lunga degenza a totale carico dello Stato.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile. Se desideri maggiori informazioni su questo argomento non esitare a contattarci, puoi farlo telefonando al numero: 02 4971 4358, scrivendo a info@ivstudio.it o inviandoci un messaggio dalla nostra pagina facebook.

Seguici su Facebook per leggere altri articoli, basta cliccare qui!

Menu